L’Idrocolonterapia è un lavaggio delicato del colon, cioè della parte terminale dell’intestino.
Questo lavaggio permette di eliminare le feci presenti in questo tratto, di ridurre gli spasmi intestinali, di ridurre l’infiammazione della parete, di ricambiare la flora batterica alterata e di promuovere e ripristinare i normali movimenti colici. Ognuna di queste azioni è utile per gestire i disturbi intestinali più frequenti.

Bisogna considerare che i sintomi relativi all’intestino quali possono essere il gonfiore addominale, il senso di pesantezza addominale, i dolori addominali, l’irregolarità dell’evacuazione che sia stitichezza o diarrea, non sempre hanno una sola causa e solitamente vengono trattati in modo istintivo e superficiale. Raramente si ha un riscontro positivo modificando la propria dieta oppure assumendo farmaci o integratori che danno benefici temporanei. E’ necessario quindi modificare in modo razionale l’ambiente intestinale mettendo le basi per una migliore assimilazione del cibo ed evitando di alterare gli equilibri della flora batterica residente nel colon.

L’idrocolonterapia è un ottimo strumento sia terapeutico che diagnostico per riportare il colon alle sue funzioni fisiologiche. L’effetto terapeutico consiste nell’eliminazione immediata di ogni ristagno presente nel tratto colico dell’intestino, ristagni che apparentemente sono ben tollerati dall’organismo; infatti esistono individui le cui evacuazioni sono ridotte a una o due alla settimana e non sembrano accusare nessun disturbo. In realtà la formazione di feci indurite non è altro che un adattamento che il colon mette in atto per ridurre il volume delle feci che altrimenti ingombrerebbero il viscere fino ad ostruirlo. Inoltre la disidratazione delle feci sottrae materiale biologicamente trasformabile alla flora batterica nel tentativo di ridurre la formazione eccessiva di gas nei processi di fermentazione e putrefazione. 
 

È necessario rimuovere le feci che ristagnano nel colon perchè ostacolano i normali movimenti e ritardano il fisiologico ricambio di materiale fecale che è necessario avvenga in tempi ragionevoli. Si tratta quindi, rimuovendo le feci indurite, di arrivare a pulire il tratto più a monte del colon, il cieco, dove, in un intestino mal funzionante, si instaura la disbiosi cioè l’alterazione della normale flora batterica, responsabile di quasi tutti i sintomi sopra riportati che sono alla base della Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS) comunemente detta “colite”.
Proprio per quanto detto, l’Idrocolonterapia si differenzia da un semplice clistere che ripulisce solo l’ultima parte del colon, perchè siamo in grado di effettuare il reale ricambio della flora batterica alterata, rimuovendo il vero materiale intossicante localizzato nel colon trasverso e nel cieco.

L’idrocolonterapia può essere anche un valido strumento diagnostico. Il medico che effettua la pulizia osserva, il comportamento dell’intestino durante la terapia valutando la funzionalità del colon e, indirettamente, di tutto l’apparato digestivo. Si possono così decidere i passi terapeutici successivi alla seduta di Idrocolonterapia quali: una variazione della dieta, cambiamenti nelle abitudini e nella modalità dei pasti, l’apporto di integratori che migliorino la prima digestione, l’uso eventuale di rimedi fitoterapici depurativi, digestivi, carminativi, lassativi e riequilibratori della flora batterica.

Da quanto detto sopra si evince che l’Idrocolonterapia non è un semplice lavaggio dell’intestino ma un’operazione che, in mani esperte, diventa l’occasione per ridare al colon un’altra prospettiva che non sia quella di rappresentare la fonte di disturbi che condizionano la qualità della vita e che può diventare una possibile causa di gravi malattie in futuro.

Per maggiori informazioni sulle modalità di esecuzione e per ulteriori informazioni scarichi ALCUNE FAQ SULL’IDROCOLONTERAPIA


Si effettua anche il COLONWASH,  una variante della tecnica dell’Idrocolonterapia che viene usata per la preparazione agli esame endoscopici (colonscopia, colon-tac, colon-rm) o prima di interventi chirurgici.

Il Colonwash rappresenta una valida alternativa alla preparazione con Macrogol che, essendo diluito in 2-4 litri d’acqua, risulta per molti pazienti difficile da assumere.

La tecnica è simile all’Idrocolonterapia ma, più accurata, necessitando di una completa pulizia delle pareti del colon fino al cieco.

È indispensabile che il paziente contatti, precedentemente, il medico che esegue il Colonwash per concordare un minimo di preparazione che viene effettuata con dei lassativi in compresse allo scopo di eliminare le feci più solide. La preparazione è, infatti, concordata in base alla situazione specifica del paziente.

Le controindicazioni al Colonwash sono le stesse di una Colonscopia, quindi se viene indicato l’esame endoscopico, di conseguenza si può eseguire anche il Colonwash.

Il Colonwash statisticamente prepara l’intestino in modo migliore della preparazione con Macrogol ma, in taluni pazienti affetti da: diabete, malattie neurodegenerative, stipsi cronica ostinata, malattie psichiche, il risultato non può essere ottimale, al pari della preparazione classica.

Per prenotazioni e ulteriori richieste

+39 0444 211075
Oppure compila il form sottostante

Dichiaro di avere preso visione dell'Informativa sulla Privacy.

Acconsento all’utilizzo dei miei dati per l’invio delle informazioni richieste.*

Dr. Arrigo Dianin

Idrocolonterapia